“La sostanza dei fatti”

Titolo e grafica sono ispirati alla discoteca “New Fashion” di Gurro, in Valle Cannobina (VB), un luogo denso di eventi d’ogni tipo negli anni 70/80. Una discoteca sospesa nel tempo che i DON rodriguez™ hanno deciso di riportare in vita, riprendendo le sensazioni di quegli anni (in cui era molto diffusa l’eroina) in quel luogo (di convergenza tra due identità fortemente connotate: quella degli abitanti della Valle Cannobina e quella degli abitanti della Val Vigezzo). Queste canzoni, in parte, metaforizzano le esistenze dei personaggi che frequentavano la “New Fashion”.

01 Agosto adesso sì lo riconosco avrei dovuto fare posto tra le mensole ed i libri ho perso tutti i tuoi sorrisi adesso che lo riconosco non potrei pensare all’opposto adesso che lo riconosco maggio giugno dunque agosto è un mese che io non sopporto sarà di un caldo infernale è quel che scrive ogni giornale adesso che lo riconosco non potrebbe andare altrimenti adesso che lo riconosco avrei bisogno di più tempo per pensarci su un momento avrei bisogno di un istante per guadagnare le distanze avrei bisogno di un’altra estate invece ti ho lasciato andare come fossi un mese qualunque 31 giorni disperati dentro un sogno in bianco e nero agosto saprai perdonare tutto il caldo che ho sprecato mentre mi guardavi andare sei rimasto senza fiato avrei bisogno di più tempo per pensarci su un momento avrei bisogno di un istante per guadagnare le distanze avrei bisogno di un’iniezione Invece ti ho lasciato andare come fossi un mese qualunque 31 giorni disperati dentro un libro in fretta e furia agosto saprai perdonare tutto il caldo che ho sprecato mentre mi guardavi andare sei rimasto senza fiato / 02 Astronauti base luna siamo immobili e senza regole siamo immuni a tutti i sentimenti e chi lo avrebbe mai detto questo non ci resta che riaprire il portello per volare nello spazio blu confuso ed eterno base alpha siamo circondati e senza telefono respiriamo piano anche se l’aria non ci manca è forse la paura di esser soli nel vuoto cosmico non ricordo neanche una parola come fossi a scuola non rimane molto tempo e scarseggia anche l’ossigeno così è fatto il nostro tempo il manometro dice così astronave ci hai lasciati qui abbandonati e soli l’universo è cupo e livido senza colori e fiori radiolina canale 23 qui non risponde nessuno astronauti quanti brividi abbandonati al suolo abbandonati e soli così base spaziale aiutaci tu abbandonati e soli così base spaziale aiutaci tu abbandonati e soli così base spaziale aiutaci tu abbandonati e soli così base spaziale aiutaci / 03 Giorni, settimane meno male che domani è domenica come potrei essere in lei? meno male che domani è mercoledì come vorrei ritrovarti ancora qui giorni che passano lenti di te non resta niente le parole od i silenzi non hai capito ancora il senso delle ore passate ad aspettare senza arte senza te meno male che fortuna siamo ancora qui soli e soltanto domani è lunedì quasi quasi mi dimentico dei giorni andati sono un inganno del calendario giorni che passano lenti di te non resta niente le parole od i silenzi non hai capito ancora il senso delle ore passate ad aspettare senza arte senza te Settimane intere a contare giorni lievi o meno casomai non ti vedessi più giorni intere settimane ad immaginare cose casomai non ci vedessi più / 04 Illogico lui ci crede ancora lei forse no lui ci crede ancora lei forse no ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento lui ci crede ancora lei forse no (lei forse) lui ci crede ancora lei forse no ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento è illogico è illogico è illogico è illogico come ogni sera ritirerà (ritira) tutte le parole che non dirà ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento è illogico è illogico è illogico è illogico cosa ti aspettavi di trovare dopo tanto tempo? cosa ti aspettavi di trovare dopo tanto tempo? a cosa hai rinunciato per rivivere questo momento? nell’immensità del mare il suo sorriso controvento tu ci credi ancora lei forse no tu ci credi ancora lei forse no ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento ed è per questo che non ha senso soffermarsi sul momento è illogico è illogico è illogico è illogico è illogico è illogico è illogico è illogico è illogico / 05 La primavera del ’93 la primavera del ’93 esplose in un istante senza fare vittime e senza pentimento non mi fece credere che avrei potuto vincere senza mai perdere senza mai perdere l’autunno caldo del ’96 non fece complimenti quando si trattò di lei eppure mi convinsi con il senno che ne seguì che quello era il momento esatto per non esser lì sebbene in cuor mio no non mi ricorderò mai più di te molto probabilmente no non mi ricorderò mai più di te molto probabilmente no non mi ricorderò mai più di te quasi sicuramente no non mi ricorderò mai più di te / 06 Leggero tutta questa ipocrisia non è soltanto colpa mia non è facile non è facile da dimostrare tutta questa malinconia non dico che sia colpa tua non è semplice così semplice da digerire una parola non mi basta vorrei davvero fossi più sincera adesso questo non mi basta vorrei tornassimo ad un tempo leggero leggero leggero come non è stato più ricordi qualche anno fa ricordi che ora non ho più è fantastico sì fantastico non ricordare l’inverno non finiva mai dipinse le tue labbra blu fu difficile così rigido da superare una parola non mi basta vorrei davvero fossi più sincera adesso questo non mi basta vorrei tornassimo ad un tempo leggero leggero leggero come non è stato più una parola non mi basta una parola non mi basta tutta questa mia malinconia leggera una parola non mi basta una parola non mi basta tutta questa mia malinconia leggera / 07 L’oblò dell’oblio oggi sono indaffarato non ho tempo per pensare e quasi quasi mi dimentico di te non per essere scortese ma tu avanzi delle pretese che non posso esaudire ora o mai come ho fatto a dimenticarti? in riva al mare non c’è l’oblio sulla spiaggia c’ero anch’io dall’oblò si vede solo dall’oblò si vede solamente un grande oblio dall’oblò si vede solamente un grande grande oblio dall’oblò si vede solamente un grande oblio che ci convincerà a tornare poi mi sono ricordato che in Liguria la scogliera è la più pericolosa al mondo che c’è ho richiesto l’intervento della guardia di Ponente guarda il sole è già dismesso immerso nel blu come ho fatto a dimenticarti? in riva al mare non c’è l’oblio sulla spiaggia c’ero anch’io dall’oblò si vede solo dall’oblò si vede solamente un grande oblio dall’oblò si vede solamente un grande grande oblio dall’oblò si vede solamente un grande oblio che ci convincerà a tornare ci costringerà a nuotare / 08 Se tanto mi dà tanto se tanto mi dà tanto presto avrò moltissimo e non sarebbe comunque sufficiente se poi di tanto in tanto mi venissi in mente tu non sarebbe affatto divertente così mi trovo a chiedere se avrò fatto bene a scriverti una canzone storica così mi trovo a chiedere se avrò fatto bene a scriverti una canzone laconica se tanto mi dà tanto presto avrò moltissimo e non è forse tutto quello che avevo putacaso ti incontrassi alla drogheria che spesa vuoi che faccia per questa sera? così mi trovo a scriverti una canzone piena di logica e di nostalgia così mi trovo a chiedere se avrò fatto bene a scriverti una canzone d’amore ora che ci sei tu qui davanti agli occhi miei non mi chiederai Alberto come stai stasera? ora che ci sei tu qui davanti agli occhi miei non mi chiederai davvero come sto se tanto mi dà tanto presto avrò moltissimo e non è forse tutto quel che già avevo? amore non ho fatto niente per cambiare le parole sono nate in un momento di purissima intuizione amore non ho fatto niente per fermare le parole sono andate in un momento di colpevole distrazione amore non ho fatto niente per cambiare le parole sono nate in un momento di purissima intuizione / 09 Una giornata come tante (asfalto basso) esco di casa e senza badare a spese da calendario è già passato un mese trent’anni sono pochi per poter capire se è tempo di commettere uno sbaglio con un tempismo quasi perfetto mi scricchiolano le ossa nel petto vorrei resuscitare per vedere se quest’anno è scesa molta neve su di me che sono steso sull’asfalto e non sto evitando il tuo sguardo ma mi sembra davvero presto perché questa mattina ha l’oro in bocca ti giuro che davvero non m’importa vorrei resuscitare ed appurare che per caso tu non te ne fotta di me che sono steso sull’asfalto e non sto evitando il tuo sguardo ma lo sento davvero su di me che sono steso sull’asfalto e non sto evitando il tuo sguardo ma mi sembra davvero che un tram mi sia passato sulla testa l’autista in bella mostra che contesta che un tram mi sia passato sulla testa presto perché questa mattina ha l’oro in bocca ti giuro che davvero non m’importa vorrei resuscitare ed appurare che per caso tu non te ne fotta di me che sono steso sull’asfalto e non sto evitando il tuo sguardo ma lo sento davvero su di me che sono steso sull’asfalto e non sto evitando il tuo sguardo ma mi sembra davvero che un tram mi sia passato sulla testa l’autista in bella mostra che contesta che un tram mi sia passato sulla testa in una mattina come tante la coincidenza è importante in una mattina come tante la coincidenza è importante in una mattina come tante la coincidenza è importante in una giornata come tante / 10 Vado a vivere in Brasile cambio rotta dopo una tempesta secolare vetri rotti sparsi sopra il pavimento il mare di bonaccia mostra la sua faccia inutile sperare in un vero cambiamento torno a casa faccio le valigie vado a vivere in Brasile torno a casa faccio le valigie il clima è buono e costa poco molto meno che qui, molto meno che qui pare sia così qui piove sempre accidenti accidenti! accidenti accidenti! accidenti accidenti! accidenti accidenti! vele stese al sole ad asciugare come panni sporchi laceri e contusi beh dov’è il vento? vedi caro amico qui lo dico e lo ridico parla poco bevi tanto stringi i denti torno a casa senza indugi la valigia è pronta e già sul letto torno a casa senza indugi il clima è buono il tempo è perfetto molto meglio che qui molto meglio che qui si dice così lì il sole splende quasi sempre quasi sempre quasi sempre quasi sempre quasi sempre quasi sempre quasi sempre quasi sempre